martedì 5 ottobre 2010

Run like Bear Grylls

Posted by Paolo Scotti | 10/05/2010 09:08:00 PM Categories:


Altro che run like a Deejay! La maglietta a dire il vero oggi era quella, ma la corsetta con il nuovo giro per le campagne milanesi si stava per trasformare in un incubo! Ma partiamo dall'inizio...

... mi cambio in piscina, avvio il cardio e parto con un discreto passo sui 5'40. Volevo allungare un poco il giro oggi, stavo bene, quindi decido di fare l'anello della ciclabile nei campi adiacenti ad Opera. I primi 3 km scorrono via tranquilli, quando, invece di attraversare il sottopasso di Opera, decido di proseguire sulla stradina adiacente alla tangenziale. Man mano che avanzo iniziano a presentarsi grosse pozzanghere, e la sottile lingua di asfalto sparisce per lasciare posto solo a fango, erba e voragini d'acqua marrone.

Proseguo, ormai...

Arrivo in prossimità di una specie di siepe, un fitto di arbusti, e qui rischio il mio primo arresto cardiaco! Davanti a me si profila nella penombra un orso! Ci vogliono una manciata di secondi per realizzare che è finto... ma il sorriso e il sospiro di sollievo che stava per partire viene trattenuto quando una frecci mi passa a 2 metri dal corpo! Mi guardo bene in giro.. ero finito in un campo di tiro con l'arco! Tra le parolacce brutte dei due tipi armati di arco ( e me ne hanno urlate tante, le sentivo anche con l'ipod! ) riprendo la corsa avventurandomi oltre il poligono attraverso uno stretto ponte di legno.. ops dall'altra parte del ponte di legno il campo presenta un sentierino strettissimo vicino ad un fosso...

Proseguo, ormai... ( e poi chi riattraversa il poligono! )

Il sentiero ovviamente dopo pochi metri svanisce e mi ritrovo a correre sull'erba pesata quando arriva il secondo rischio infarto! La spirale di fronte a me si muove... serpente. Già che mi fanno veramente schifo.. rimango a fissarlo paralizzato. Lui beato di distende per il suo metro di lunghezza e sparisce sotto l'erba... ok, ormai sono qui! Salto e parto a razzo, sarà un caso!

NO! NON E' UN CASO! 50 metri più avanti secondo serpente! I miei nervi iniziano a saltare, mi compare sul volto un sorriso isterico.. e mo? Non riesco a calcolare come Bear Grylls quante proteine potrebbe darmi quel serpente, mi repelle proprio! Ok, decisione drastica... Questo è un campo pieno di serpenti ( saranno anche bisce, ma sono enormi rispetto ai miei standard) quindi salto il fosso e mi ritrovo a correre 500 metri sulla tangenziale, con clacson ed applausi di qualche fans... meno male che non sono passate le forze dell'ordine, altrimenti che gli raccontavo???

Gli operai dell'anas mi guardano un po sbigottiti quando in prossimità del cavalcavia pedonale salto il guard rail come un esperto ostacolista e guadagno finalmente il mio sentierino che mi riporterà finalmente negli spogliatoi sotto una bella doccia calda!!!

I km corsi saranno alla fine 6, in 37 minuti di tempo, che però tenendo conto delle soste e delle disavventure rendono la media un poco falsata. Tralascio la faccia della signorina della piscina nel vedermi rientrare sporco di fango, erba, moscerini...

Sotto la doccia ho anche capito la morale: MAI LASCIARE LA STRADA VECCHIA PER LA NUOVA! Ahahahahah.. .ridiamoci su! Domani altra corsa... passando nel sottopasso stavolta!

1 commento:

  1. decisamente più sicure 80 vasche in piscina... se mi trovo davanti a un serpente penso che mi viene un colpo!

    RispondiElimina

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Youtube